AZIONE CATTOLICA

Versione stampabileVersione stampabile

 

Il bello di appartenere all’AC - testimonianza

  Cominciai a far parte dell’azione cattolica alle medie, nell’ACR. Facevo, e faccio ancora, parte della parrocchia di San Martino in Villafranca, parrocchia di circa 800 abitanti con solo l’AC presente come realtà ecclesiale all’interno della comunità; era molto naturale per me proseguire così il mio cammino perciò in origine scelsi l’AC senza pensarci troppo…anzi da piccolo pensavo proprio che la Chiesa fosse l’Azione cattolica, cioè, tutte le cose che facevo, e che facevamo con il mio gruppo di amici, tutti i bambini del mondo le facevano. Questo mi piaceva, era una bella immagine di Chiesa (e lo è  tutt’ora) che, a pensarci bene, mi ha aiutato a continuare a scegliere l’AC.

Il momento clou, però, che mi ha fatto realmente scegliere l’AC è stato quando ho cominciato a fare il gruppo giovanissimi. Lì, ai giovanissimi, ho incominciato a vedere la mia vita in maniera diversa. Ai giovanissimi si affrontano tematiche che in pochi altri ambiti affronti, scegli di metterti in gioco e a volte di metterti a nudo, di affrontare tante cose che in nessun altro ambito succede se non in AC. Poi gli esercizi spirituali, i campi estivi, queste sono esperienze che quando le fai poi è difficile tornare indietro e non farne più. Una volta sperimentate, almeno per quanto riguarda la mia esperienza, senti sempre più il bisogno di continuare ad attingere da queste; perchè ti danno davvero tanto nel cuore e ti lasciano un sapore unico, il sapore della vita, della passione, dell’essere protagonista delle tue giornate e di crescere nella fede e nell’amicizia con Dio.

Poi le relazioni; la bellezza dell’AC è sempre stata questa: il dono grande di persone speciali. In AC si creano relazioni ed amicizie davvero importanti ed autentiche a tutte le età e con tutte le età; ci si sente proprio una grande famiglia, si fa esperienza di famiglia….poi, nel mio caso, si trova l’amore (come sarà stato per tanti altri), ci si sposa ecc. ecc.

In AC percorriamo un viaggio meraviglioso: quello della fede, che è un cammino di riconoscimento di ciò che già ci è stato donato segretamente; camminiamo insieme e insieme agli altri, agli amici, alle persone che incontriamo scopriamo le tracce del Signore che già è presente.

La bellezza di appartenere all’Azione cattolica è proprio questo: aiuta ad essere cristiani nella fede, ad essere laici nel mondo, aiuta ad avere attenzione al bene comune, al mettere davanti al bene individuale il bene comune, l’attenzione al creato, ad essere Cristiani adulti e cittadini responsabili. – Edoardo Russo -