Il mio Battesimo

Versione stampabileVersione stampabile

I l   m i o  B a t t e s i m o

 

Mi chiamo Martin, sono un bambino allegro e simpatico, frequento la terza elementare, non sto mai fermo, ho una sorella e tanti amici.

Sono molto emozionato: oggi 15 aprile 2018 è un giorno di grande festa per me e per la mia famiglia, perché riceverò il Battesimo.

Ho dovuto aspettare un po’ di tempo perché, anche se sono ancora abbastanza piccolo, prima sono successe molte cose nella mia vita.

Sono nato in India, un Paese molto lontano; lì avevo dei genitori che però non mi abbracciavano mai, non sono andato all’asilo, non andavo a scuola, insomma non facevo niente e stavo sempre fuori di casa...

Poi un giorno sono andato a vivere alla Casa dei bambini.

Eravamo tanti e mi divertivo quando facevamo dei giochi avventurosi all’aperto o combinavamo piccoli guai come fare il bagno nella cisterna dell’acqua oppure staccare di nascosto tutti i mango ancora acerbi dall’albero… Ricordo i nomi di molti di loro e a volte mi viene nostalgia perché eravamo proprio birichini insieme… altri invece erano non erano buoni e dovevo scappare per non farmi picchiare. Qualche volta mi mettevo le scarpe e andavo a scuola ma la maestra era molto severa, mi picchiava quando sbagliavo e, appena riuscivo, correvo fuori a giocare. Avevo sempre molta fame e non c’era molto da mangiare. Soprattutto, però, non avevo più i genitori.

Un giorno sono arrivati dall’Italia mia mamma, mio papà e mia sorella Vimala. All’inizio ero un po’ intimorito, poi abbiamo mangiato gli spaghetti insieme (io due piatti!!!) ed è stato bello e divertente.

Quando sono arrivato a Forlì era tutto nuovo per me: la mia casa, la mia camera, il cibo, la lingua… Ho iniziato a frequentare presto il centro estivo di Regina Pacis, dove ho incontrato tante persone che mi hanno voluto bene. Poi è iniziata la scuola dove le Maestre mi hanno accolto con amore, anche se spesso in classe disturbo perché non sono abituato a stare fermo tanto tempo, però quando non capisco faccio tante domande. Mi piace questa scuola e mi piacciono i miei nuovi compagni con i quali si è creata una bella amicizia.

Con il Battesimo avrò anche un nuovo grande amico che è Gesù; non lo conoscevo prima ma mi piace: è buono, vuole bene a tutti e mi appassionano le storie e i racconti su di Lui.

Mi hanno insegnato che il Battesimo è come una nuova nascita, da cui diventiamo figli di Dio. A me è successo già una volta di rinascere: sono nato figlio, poi non lo sono stato più per tanto tempo; ero solo un bambino senza nessuno da amare e nessuno che mi amasse. Sono rinato e ritornato figlio quando sono arrivati i miei genitori a prendermi e mi hanno abbracciato.

Adesso rinascerò anche come figlio di Dio e non potrà   che essere bellissimo!